logo

ARTE³ – Il programma della prima giornata del festival | 22 aprile 2017

ARTE³ | Festival Itinerante Multi-Artistico: Il programma della prima giornata (22 aprile 2017)

Scarica il contenuto grafico con il programma completo: clicca qui

 

>> Centro Culturale – via Verdi

Ore 16  ”MATISSE, L’INVINCIBILE”: Laboratorio creativo intergenerazionale per bambini e adulti attivamente partecipanti. A cura di Norma Trogu.

Il celebre pittore, nonostante la vecchiaia e la malattia invalidante, non smise mai di disegnare, dipingere e creare. Nell’ultimo periodo della sua vita, Matisse si dedicò al collage dando nuova vita anche a frammenti di materiale avanzati durante la creazione di lavori precedenti. Al giorno d’oggi  sono sempre meno le occasioni che gli adulti hanno per stare coi bambini e liberare assieme la fantasia. Nasce così l’idea di creare un laboratorio in cui grandi e piccoli collaborano per dare libero sfogo alla creatività. I bimbi saranno gli artefici del laboratorio e dovranno essere accompagnati da un adulto che diventerà il loro assistente, supportando ed eseguendo le indicazioni dei piccoli artisti.  Si lavorerà con forbici e cartoncini colorati usando la tecnica del collage, in omaggio al grande Matisse. Al termine del laboratorio si festeggerà assieme con una ricca merenda e ogni bambino tornerà a casa con la sua piccola opera d’arte, frutto di una condivisione ritrovata.

Per scaricare il regolamento completo del laboratorio su tablet, smartphone e pc clicca qui: Regolamento – Matisse, l’invincibile.

 

>> Casa di tziu Antonincu Contini – via Gramsci 94

Ore 16.30  BET’ISTORIA! Ciusa e Deledda raccontati da Manuelle. Giovanni Gusai dialoga con l’autore.

Il Fromboliere è l’ultima grande opera dell’artista sardo Francesco Ciusa. Una statua in netta rottura con la sua produzione precedente. Tra il suo primo capolavoro, La madre dell’ucciso, e Il Fromboliere passano gli anni che cambieranno completamente il volto dell’Europa e del Mondo. Le due guerre, il sardismo, i reduci, la nascita del fascismo e della dittatura, faranno da sfondo alle scelte, ai dubbi e all’arte di Ciusa. Negli stessi anni Grazia Deledda vede il successo internazionale, con il conferimento del Nobel nel 1926. I due nuoresi, quali rappresentanti della Sardegna intera, si troveranno a dover combattere ogni giorno per valorizzare e portare in alto la propria arte, la propria cultura e le proprie idee, non senza grandi difficoltà. Un percorso affascinante che racconta, seguendone la vita, la storia di un’Europa dilaniata da conflitti bellici, intellettuali e sociali. Dove, nonostante tutto, la Sardegna ebbe un ruolo di primo piano.

 

>> Centro Conferenze Unione di Comuni dei Fenici – Loc. Gutturu Olias

Ore 18  SONNAI – Immagini tra incubo e sogno. Inaugurazione della mostra fotografica di Alessandro Cani.

Il centro conferenze dell’Unione di comuni dei Fenici ospiterà le foto di scena dello spettacolo Sonnai scattate da Alessandro CaniSonnai è un percorso che il regista Davide Iodice ha avviato nel 2010 nel dormitorio pubblico di Napoli e che da allora ha articolazioni e sviluppi diversi in varie città. Quella di Cagliari, prodotta da Sardegna Teatro e realizzata in collaborazione con la Caritas locale, è stata la quarta tappa di un processo di ricerca e creazione sui “sogni degli ultimi”, un processo che produce ogni volta un’opera originale ispirata alle persone e al tessuto sociale del luogo ospitante. Sonnai nasce da una ricerca antropologica in cui le realtà fragili e socialmente disagiate sono affiancate a professionisti della scena nel tentativo di produrre un teatro vivente.  Alessandro Cani ha immortalato i momenti più significativi dello spettacolo andato in scena a Cagliari e esporrà le sue foto durante le due giornate della sesta edizione di Arte³.

 

Ore 19  La strada: la mia via per il palcoscenico, la mia rivoluzione. Stefania Andolfo dialoga con Moses Concas

Una salita ad ostacoli, il sacrificio e una strada come palcoscenico: le avversità hanno un sapore diverso se viste come possibilità. È la rivoluzione della musica. Moses Concas, artista di strada (e vincitore di Italia’s Got Talent 2016) si racconta al pubblico e non lo farà solo a voce ma anche con il suo strumento: l’armonica. Insieme a Stefania Andolfo parlerà del suo percorso musicale, di quanto sia stato difficile seguire le proprie passioni, nonostante tutto. Racconterà anche della sua voglia di comunicare e del suo futuro progetto: “Human Revolution”. Una chiacchierata tra amici insomma, accompagnata dalla musica. Quella di Moses.

 

LA MOSTRA | h. 15.30 – 18.30

>> Casa di tziu Antonincu Contini – via Gramsci 94

UBE FIS? Viaggio al centro di una ribellione. Esposizione delle illustrazioni del libro -Ube fis?- di Manuelle Mureddu

Dopo l’esposizione della prestigiosa cornice del Museo Ciusa, sotto la direzione del Museo MAN di Nuoro, l’esposizione delle illustrazioni originali che compongono il libro UBE FIS? approda a Palmas Arborea. Un viaggio nella creazione artistica e nel rapporto tra due sardi illustri, Francesco Ciusa e Sebastiano Satta, che attraversa idealmente gli anni a cavallo tra le due guerre, delle grandi correnti politiche e la nascita della dittatura fascista. Sullo sfondo di un’Europa in subbuglio si dipana l’avventura umana e artistica di Ciusa. L’artista riuscirà a ritrovare la propria anima, la propria voce e la propria arte, nonostante la morte di Satta, nonostante le guerre, la dittatura e le crisi personali. Alla fine realizzerà Il Fromboliere, uno dei suoi grandi capolavori. Nonostante tutto.

 

Scarica il contenuto grafico con il programma completo: clicca qui

Informazioni:

- infoartealcubo@gmail.com

 

 

Leave a Reply

*

captcha *